1. PREMESSA Le presenti condizioni generali di vendita sono parte integrante delle offerte e degli accordi di vendita della società: Officine Orsi S.p.A. (di seguito nominata parte "Venditrice"). Con la pubblicazione delle presenti condizioni di vendita sul sito web: "www.officineorsi.com" la parte Acquirente si considera adeguatamente informata sulle stesse ed accetta, i principi e norme di funzionamento, di seguito riportate, volte alla regolamentazione del rapporto sinallagmatico a prestazioni corrispettive tipico della compravendita instaurata tra le parti. Le vendite, salvo stipulazione contraria risultante dalla nostra conferma d'ordine, sono effettuate in ottemperanza e per mezzo delle condizioni generali riportate nei successivi paragrafi. Ogni trasmissione d'ordine alla parte Venditrice implica l'adesione senza riserve, da parte dell'Acquirente, alle condizioni generali sopraccitate.

2. OFFERTE Le offerte di vendita nelle quali viene indicato un termine di validità si intendono impegnative per la Venditrice se l'accettazione da parte del compratore perviene entro il termine suddetto; nel caso in cui l'accettazione dell'offerta pervenga oltre il termine, è facoltà della parte Venditrice considerare comunque valida l'accettazione dell'offerta medesima. In tutti gli altri casi le offerte di vendita non sono impegnative per la Venditrice , salvo espressa indicazione contraria.

3. ORDINI CLIENTI Gli ordini dei clienti devono essere completi e definiti in ogni loro parte e devono essere conformi alle offerte di vendita inviate dalla Venditrice; in caso di difformità anche parziale tra offerte di vendita e ordini dei clienti, è facoltà della Venditrice rifiutare gli ordini medesimi.
Gli ordini dei clienti diventano impegnativi per la Venditrice solo a seguito della conferma d'ordine. 
Nessun ordine che sia stato accettato dalla Venditrice puo' essere annullato o modificato anche parzialmente dall'Acquirente se non con il consenso scritto della Venditrice fatto salvo il pieno risarcimento dell'Acquirente alla Venditrice di tutte le perdite (incluso il lucro cessante) , costi (incluso il costo dei materiali utilizzati e della manodopera impiegata), danni, costi e spese sostenute dalla Venditrice a seguito dell'annullamento o modifica dell'ordine.

4. CONFERME D'ORDINE La lettera di conferma d'ordine – trasmessa al cliente tramite e-mail, fax o posta - specifica l'oggetto della fornitura (qualità e quantità dei materiali, prestazioni ecc. ) e qualsiasi altra condizione di vendita.
I pesi e le dimensioni nominali, comunque e dovunque riportati, sono indicativi ammettendosi su di essi le tolleranze d'uso.
L'espletamento delle ordinazioni ammette la tolleranza del 10% , in più o in meno sul peso ordinato, salvo per quelle dimensioni o qualità particolari per le quali la tolleranza sarà concordata di volta in volta.
Qualsiasi condizione espressa da funzionari od intermediari della parte Venditrice, sarà senza valore se non riprodotta nel testo della lettera di conferma d'ordine.
Eventuali varianti della conferma d'ordine dovranno avere forma scritta.
La conferma d'ordine si considera accettata dall'Acquirente se non contestata entro 10 giorni dalla data di invio.
In caso di difformità, Il testo della conferma d'ordine prevarrà sull'offerta e sull'ordine del cliente.

5. CONSEGNA DEI MATERIALI La merce oggetto della fornitura, salvo diversa e specifica pattuizione, si intende sempre per consegna franco stabilimento della Venditrice (EXW, Incoterms 2000), la stessa pertanto viaggia a rischio e pericolo dell'Acquirente. In caso di ritardato ritiro potranno essere addebitate le spese di magazzinaggio. La parte Venditrice si riserva, comunque, il diritto di risolvere parzialmente o totalmente il contratto e/o di spedire, addebitando ogni spesa, i materiali approntati all'indirizzo noto del compratore, qualora:
• siano trascorsi quindici giorni dalla data della comunicazione di merce pronta alla spedizione senza che il compratore medesimo abbia provveduto a ritirare i materiali;
• lo stabilimento o deposito della Venditrice non abbiano potuto provvedere alla spedizione per mancanza di istruzioni da parte del compratore.
La responsabilità sullo stato dei materiali si trasferisce al compratore al momento della consegna al vettore e pertanto, una volta effettuata la consegna al vettore, viene meno ogni responsabilità della Venditrice ed i materiali viaggiano a rischio e pericolo della parte Acquirente. Eventuali riserve, reclami, azioni per danni alla merce riscontrati dall'Acquirente all'arrivo a destino, derivanti o comunque connesse con il trasporto ed operazioni successive dovranno essere fatte e/o proposte dal compratore esclusivamente nei confronti del vettore. Nel caso di prelievo del materiale con mezzi del compratore nessuna responsabilità può essere imputata alla Venditrice per eventuali danni durante il trasporto. Eventuali altre spese vive per sistemazioni particolari dei materiali sui mezzi di trasporto - se convenute - saranno addebitate al costo del compratore. Relativamente alle vendite al di fuori del territorio Italiano sarà onere del compratore dare riscontro della ricezione delle merci tramite apposito modulo di conferma e sarà responsabile della corretta esecuzione delle eventuali procedure doganali di esportazione.

6. CONDIZIONI DI PAGAMENTO Il pagamento delle forniture secondo gli importi indicati nelle fatture deve essere effettuato nei tempi e modi previsti senza alcuna deduzione o sconto. Per materiale fatturato e non spedito, ai fini della decorrenza del pagamento, si assume come data di spedizione la data di emissione della fattura o se precedente la data dell'avviso di merce pronta. Resta in facoltà della parte Venditrice:
• di richiedere il pagamento per contanti all'ordine, ad avviso di merce pronta, od alla spedizione.
• di concedere termine di pagamento dilazionato eventualmente contro la presentazione di adeguate garanzie, oltre il quale saranno addebitati gli interessi di mora.
• di trattenere acconti ed anticipi a titolo di penale in caso di annullamento o cancellazione dell'ordine da parte dell'Acquirente.

7. MANCATO O RITARDATO PAGAMENTO Il ritardo nel pagamento, anche parziale, delle fatture oltre la loro pattuita scadenza, dà luogo all'immediata decorrenza degli interessi di mora che saranno addebitati alle condizioni e nella misura previste dal Decreto Legislativo 9.10.2002 n. 231, attuativo della Direttiva 29.6.200/35/CE ed eventuali successive modifiche.
Inoltre il mancato o ritardato pagamento delle fatture o se, per motivi sopravvenuti dopo la conclusione del contratto, la Venditrice ha fondato motivo di temere che i pagamenti dovuti non saranno effettuati nei termini o del tutto, autorizza la Venditrice, salvo ogni altra azione e senza pregiudizio dei diritti di legge, a pretendere il pagamento anticipato delle restanti forniture, a sospendere l'esecuzione dei contratti in corso con la parte Acquirente od a ritenere le forniture pronte per la spedizione finché non siano state stipulate nuove condizioni di pagamento e di fornitura e siano state prestate garanzie sufficienti. Se entro adeguato termine un tale accordo non è concluso o non sono state prestate garanzie sufficienti, la Venditrice a suo insindacabile giudizio ha diritto di richiedere ed ottenere il pagamento dell'intero prezzo in unica soluzione o di risolvere il contratto nonché di risolvere l'adempimento di eventuali altri contratti in corso con la parte Acquirente inadempiente e di trattenere eventuali acconti ed anticipi pagati a qualsiasi titolo, senza che la parte Acquirente possa avanzare alcuna pretesa di risarcimento per responsabilità contrattuale dalla risoluzione anticipata del contratto. L'acquirente resta obbligato al risarcimento di tutti i danni (emergenti o di lucro cessante) derivanti dalla mancata esecuzione dei contratto/i stesso/i.

8. PASSAGGIO DELLA PROPRIETÀ E DEI RISCHI Il passaggio di proprietà tra le parti avverrà con il pagamento integrale della fattura emessa dalla parte Venditrice. I rischi inerenti il perimento del bene in oggetto sono interamente trasferiti alla parte Acquirente al momento del ritiro del prodotto ordinato presso il magazzino della Venditrice.

9. IMBALLAGGIO La Venditrice provvederà all'imballaggio secondo usi e consuetudini restando peraltro esplicitamente esonerata da ogni responsabilità per perdite e avarie.
L'impiego di imballaggi particolari, ovvero l'esclusione dell'imballaggio nel caso di merce per la quale esso è normalmente usato, dovranno essere richiesti dall'Acquirente, all'atto della ordinazione.
Per particolari tipi di imballaggio verranno conteggiati in fattura gli extra prezzo.

10. TERMINI DI CONSEGNA I termini di approntamento, presentazione al collaudo, spedizione o consegna, risultanti nelle conferme d'ordine della Venditrice hanno solo valore indicativo e sono sempre dati senza garanzia, eccettuato il caso dell' impegno tassativo della Venditrice stessa, che dovrà risultare nella conferma d'ordine. Eventuali ritardi non potranno, quindi, in nessun caso dar luogo a risarcimento di danni o alla risoluzione, anche parziale, del contratto a meno che tali conseguenze non siano state espressamente accettate nella nostra conferma d'ordine.
In ogni caso il termine di consegna risulta osservato con la comunicazione di merce pronta alla spedizione e/od al collaudo.
È esclusa, in ogni caso, la responsabilità della Venditrice per il mancato rispetto dei termini di consegna ove si presentassero una o più cause di forza maggiore od una o più situazioni non prevedibili dalla stessa che vadano ad inficiare l'efficienza produttiva aziendale causando ritardi nella produzione. Tra i casi, sopraccitati, rientrano a titolo espositivo ma non esaustivo: la mancanza di materie prime o di energia elettrica, guasti al macchinario, interruzioni del servizio ferroviario, marittimo o di altri servizi connessi con il trasporto della merce, mancanza di automezzi o vagoni per il carico, la mobilitazione, il blocco o la guerra anche in Stati fornitori di materie prime, agitazioni del personale, occupazione di stabilimenti, serrate, inondazioni, pubbliche calamità ecc., come anche gli eventuali provvedimenti e disposizioni del competenti organi governativi e/o della Comunità Europea, intesi a limitare e comunque a disciplinare la vendita internazionale anche in determinati paesi, il consumo delle materie prime e la produzione e distribuzione dell'acciaio, delle sue leghe e dei prodotti finiti.

11. COLLAUDO Salvo diversa indicazione in conferma d'ordine le forniture della Venditrice sono regolate dalle prescrizioni delle vigenti norme internazionali ASTM, DIN ed EN. L'eventuale collaudo dei materiali deve essere espressamente richiesto dall'Acquirente all'atto dell'ordinazione e dalla Venditrice espressamente accettata nella conferma d'ordine; esso può avvenire soltanto nel nostro stabilimento produttore prima della spedizione o consegna. Il collaudo dei materiali si intende liberativo a tutti gli effetti. Il collaudo può essere effettuato secondo le norme ASTM, DIN ed EN o secondo i Capitolati degli enti di controllo o secondo particolari altre prescrizioni preventivamente concordate e specificate in conferma d'ordine. Le parcelle degli Enti collaudatori esterni (Enti ufficiali o incaricati cliente) sono a totale carico dell'Acquirente, salvo indicazione contraria. Dallo stabilimento della Venditrice verrà data notizia all'Acquirente dell'approntamento dei materiali al collaudo, affinchè l' Acquirente stesso possa dare tempestive istruzioni all'Ente da lui designato. Eventuali pagamenti effettuati dalla Venditrice agli Enti collaudatori per conto dell'Acquirente saranno da quest'ultimo rimborsati a vista. Il collaudo dovrà avvenire entro il termine di 15 giorni dalla notifica di approntamento del materiale qualora debba essere eseguito da incaricati dell'Acquirente o entro il termine di 30 giorni dalla notifica di approntamento del materiale in caso di incarico da parte dell'Acquirente ad enti terzi o riconosciuti . La mancata esecuzione del collaudo, non dipendente da fatto della Venditrice, entro il termine di cui sopra, comporta la rinuncia al collaudo stesso e la tacita accettazione della fornitura senza collaudo e l'obbligo dell'Acquirente di ritirare la merce. In caso di mancato ritiro. la Venditrice si ritiene autorizzata ad effettuare la relativa spedizione, e/o a proseguire l'ulteriore lavorazione e fabbricazione In ogni caso l'eventuale rinuncia, da parte dell'Acquirente, al collaudo, non comporta variazione alcuna degli extra prezzo per qualità e collaudo indicati nei listini dei singoli prodotti. I materiali eventualmente respinti nel corso del collaudo comportano, per la Venditrice, il solo obbligo della sostituzione nel più breve termine possibile senza che l'Acquirente possa esigere alcun risarcimento e/o rimborso di spese a qualsiasi titolo sostenute. Qualora il collaudo sia rinviato su richiesta dell'Acquirente previa conferma scritta da parte della Venditrice, saranno addebitate all'Acquirente stesso tutte le maggiori spese derivanti da tale sospensione (magazzinaggio, interessi passivi, ecc.).

12. RECLAMI
• Non Conformità: potenziali reclami derivanti dalla non conformità del bene alla conferma d'ordine, debbono essere comunicati, per iscritto, entro il termine massimo di 15 (quindici) giorni dal ricevimento della merce a pena di decadenza. La denunzia di eventuali vizi occulti deve essere effettuata per iscritto, a pena di decadenza, entro 8 (otto) giorni dalla scoperta, e comunque entro 90 (novanta) giorni dal ricevimento del prodotto. Qualora il reclamo rientri nei termini sopraccitati e risulti, dopo l'accertamento del personale tecnico della parte Venditrice, fondato, l'obbligo della Venditrice è limitato alla sostituzione e/o riparazione della merce riconosciuta non corrispondente, nello stesso luogo di consegna della fornitura primitiva, previa restituzione di questa escluso qualsiasi diritto da parte dell'Acquirente di chiedere la risoluzione del contratto o il risarcimento dei danni ed il rimborso delle spese a qualsiasi titolo sostenute.
• Vizi ed anomalie: i difetti/danneggiamenti riscontrati dall'Acquirente devono essere comunicati per iscritto alla parte Venditrice entro 8 giorni dalla consegna del bene o se successiva entro 8 giorni dalla scoperta del difetto/danno. Nel caso di reclami documentati ed accettati la Venditrice potrà, a sua discrezione, riparare o sostituire la merce difettosa ovvero emettere nota di credito per il valore corrispondente.
• L'Acquirente decade da ogni possibilità di proporre reclamo e di richiesta di sostituzione della merce ove non sospenda immediatamente la lavorazione o l'impiego dei materiali oggetto della contestazione, o provveda autonomamente senza l'autorizzazione e supervisione della Venditrice ad effettuare modifiche e/o riparazioni sulla merce contestata. Reclami e proteste non danno diritto all'Acquirente di sospendere il pagamento della fattura alla merce contestata.

13. GARANZIE La Venditrice garantisce la rispondenza dei materiali alle caratteristiche specificate nella conferma d'ordine. Salvo eventuale pattuizione, la Venditrice non assume alcuna responsabilità circa le applicazioni e le condizioni di esercizio nelle quali verrà utilizzato il materiale fornito.
Eventuali specifiche tecniche e/o richieste di garanzie avanzate dall'Acquirente non saranno tenute in considerazione se non riprodotte nella conferma d'ordine. L'Acquirente ha l'obbligo di effettuare test e prove sui prodotti per determinare se questi siano idonei alle lavorazioni ed all'utilizzo ai quali vengono destinati. Ogni modifica e/o manomissione effettuata dall'Acquirente senza l'autorizzazione e supervisione della Venditrice sulla merce acquistata rende nulla la garanzia. In ottemperanza a quanto stabilito nei precedenti paragrafi e salvo diversa disposizione della parte Venditrice la garanzia ha un limite massimo di due anni dalla data di consegna del materiale.

14. LIMITAZIONE DI RESPONSABILITA' La Venditrice garantisce materiali in tutto rispondenti alle caratteristiche e alle condizioni specificate di conferma d'ordine. Non assume, salvo eventuale pattuizione, alcuna responsabilità circa le applicazioni e comunque operazioni cui verrà sottoposto il materiale fornito presso l'Acquirente o chi per esso. Eventuali specifiche tecniche e/o richieste di garanzie avanzate dall'Acquirente non saranno tenute in considerazione se non riprodotte nella conferma d'ordine.
L'Acquirente ha l'obbligo di effettuare test e prove sui prodotti per determinare se questi siano idonei alle lavorazioni ed all'utilizzo ai quali vengono destinati. In nessun caso (inclusa la "responsabilità prodotto") potranno essere imputati alla Venditrice eventuali danni o svantaggi incidentali, indiretti o consequenziali come ad esempio, ma non solo, perdita di profitto o di produzione, scarti di produzione o reclami da parte del cliente dell'Acquirente. Ogni responsabilità della Venditrice cessa, in ogni caso, qualora non sia stata fatta alcuna notifica in forma scritta a mezzo raccomandata entro due anni dalla effettiva data di consegna del materiale.

15. IMPOSTE A CARICO DELL'ACQUIRENTE Per le vendite nel territorio nazionale i prezzi indicati nelle offerte e nelle conferme d'ordine sono al netto dell'IVA. In fattura l'IVA verrà applicata secondo la normativa di imponibilità e non imponibilità vigente alla data della fatturazione.
Per le vendite al di fuori del territorio nazionale i prezzi indicati nelle offerte e nelle conferme d'ordine sono al netto dell'IVA. e di qualsiasi imposta o onere doganale sulla merce.
Le imposte e/o diritti che colpiscono i materiali all'entrata nei Paesi comunitari ed extra comunitari sono a carico degli acquirenti.

16. CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA Oltre che nei casi di forza maggiore e negli altri previsti dalla legge, ivi compreso lo stato di allarme, mobilitazione, blocco o guerra anche in Stati fornitori di materie prime, scioperi e agitazioni del personale, occupazione di stabilimenti, serrate, incendi, inondazioni, pubbliche calamità ecc., come pure nel caso di eventuali provvedimenti e disposizioni della Commissione Unica delle Comunità Europee intesi a limitare e comunque disciplinare il consumo di determinate materie prime, e la produzione e distribuzione dell'acciaio e di prodotti finiti, la Venditrice avrà la facoltà di recedere, in tutto o in parte, dal contratto di vendita definitivamente concluso, nonché da quelli in corso di definizione quando si verifichino, dovunque ciò avvenga, fatti e circostanze che alterino in modo sostanziale lo stato dei mercati, il valore della moneta e le condizioni dell'industria italiana. In tali casi ed in genere, quando la Venditrice recede dal contratto per un impedimento che non dipenda da fatto o colpa propri, l'Acquirente non avrà diritto ad indennizzi, compensi o rimborsi e dovrà, se richiesto dalla Venditrice, pagare la merce già approntata od in corso di lavorazione.

17. FORO COMPETENTE Foro esclusivamente competente per ogni controversia relativa alle vendite e relativi contratti conclusi dalla Venditrice è quello di Milano (Italia). In alternativa sarà a sola discrezione della Venditrice la scelta di poter ricorrere alla Camera Arbitrale Nazionale ed Internazionale della Camera di Commercio di Milano (Italia). La lingua dell'arbitrato sarà l'italiano per le vertenze con la clientela nazionale e l'Inglese per quelle con la clientela internazionale. In alternativa sarà a sola discrezione della Venditrice la scelta di poter ricorrere al competente tribunale, nonché alla legislazione del paese dell'Acquirente, al fine di poter recuperare eventuali crediti vantati nei confronti dello stesso.

18. LEGGE APPLICABILE E' applicabile alle cessioni di beni ed alle prestazioni di servizi effettuate dalla Venditrice la legge italiana.

19. LINGUA Il presente contratto è stipulato in lingua Italiana ed inglese, in caso di discrasie interpretative tra le due versioni prevale la stipula in italiano.

Carpiano, Gennaio 2009 

OFFICINE ORSI S.p.A.
Villaggio Francolino - 20080 CARPIANO (MI) ITALIA
Tel 02 9850951 Fax 02 9815452
www.officineorsi.com
C.F./P.Iva IT 02821570153